Tra l'Aspromonte e la Sila si trova il Parco Regionale delle Serre, area naturale protetta. Il Parco è percorso da due lunghe catene montuose, da grandi boschi e da corsi d'acqua con cascate altissime. La geografia del territorio ha custodito l’ecosistema naturale grazie alla presenza di diverse montagne, contrapposte l’una all’altra, scavate da gole scoscese e sinuose, conservando dunque uno stato di mantenimento ottimale. L’ambiente, infatti, è stato investito da un lentissimo processo di trasformazione, tanto che l’eco-sistema oggi esistente è assolutamente simile a quello formatosi in epoca storica. Si può difatti asserire che il territorio offre opportunità ambientali molto varie, tra cui alcune praticamente perfette dal punto di vista eco-sistemico. Il parco, per la varietà di ambienti naturali, viene suddiviso in cosiddette zone, in modo che si applichino, a seconda della superficie interessata, diverse misure di tutela e salvaguardia del territorio Il paesaggio delle Serre costituisce uno dei più multiformi complessi forestali della Calabria, grazie alla caratterizzazione di versanti e rilievi coperti da vaste estensioni di bosco. Le formazioni boschive presenti sono: la macchia mediterranea, situata prevalentemente nelle zone più basse; i castagneti, presenti a quote più alte; infine le faggete e le abetine, che rivestono fino alla sommità tutti i maggiori rilievi, in un settore che per l'imponenza del soprassuolo arboreo, la ricchezza faunistica e la presenza di numerosi ruscelli, appare di rara bellezza. Le specie vegetali che predominano nel territorio sono: castagno (retto a fusto alto nelle zone migliori ed a ceduo nelle altre), Pino laricio, Ontano comune, Ontano napoletano (in fustaie spontanee che ricoprono tutte le parti vallive, le zone più fresche e gli alvei fluviali), Faggio e Abete bianco (specie di grande valenza naturalistica presente a gruppi e a boschi puri e misti più o meno estesi nelle zone più alte e fredde), Leccio, Pioppo bianco, Pioppo tremulo, Tasso, Salice comune, Acero comune Robino (più sporadico nelle zone più basse). L’aspetto faunistico più rilevante del Parco delle Serre è la presenza del lupo, specie rappresentativa che ha scelto e riconquistato il territorio dopo decenni di assenza. Altrettanto rara e importante è la presenza dell’istrice. Altro fondamentale protagonista della fauna delle Serre è il Gatto selvatico. L’attrazione di una terra affascinante si manifesta anche attraverso una produzione artigianale che ammalia i visitatori e che si coniuga perfettamente con le richieste degli stessi.



IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 

meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.



SCEGLI DOVE DORMIRE