RIVIERA DEI GELSOMINI

La magnifica Riviera dei Gelsomini, o Costa dei Gelsomini, è la riviera più a sud della Calabria, compresa tra le città di Riace e Locri e che si affaccia sul Mar Ionio, una delle zone costiere più ricche e selvagge d'Italia. La Riviera prende il nome dalla coltivazione della pianta di gelsomino, rampicante diffuso in tutta la provincia reggina e tipico soprattutto della zona.
I fiori di Gelsomino, raccolti dalle gelsominaie, erano venduti a peso ed erano utilizzati per la preparazione dei profumi. Molto esportati all'estero, soprattutto in Francia, furono oggetto di un prolifico commercio, tanto che nel 1928 venne istituita la Stazione Sperimentale delle Essenze ed oli essenziali di Reggio Calabria. Insieme al bergamotto ed altri agrumi, i gelsomini hanno caratterizzato a lungo le coste della provincia reggina, costituendo una importante risorsa economica per gli abitanti del luogo e per le migliaia di gelsominaie che a frotte arrivavano dai paesi limitrofi per la raccolta.

Il litorale presenta baie con spiagge basse e sabbiose, alternate a alte rocce a picco sul mare, circondate da verdi colline ricche di agrumeti e ulivi che arrivano fino al Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Il paesaggio della Riviera è dominato in gran parte da lunghi ed estesi arenili di sabbia bianca mista a ciottoli, intervallati dalle foci delle numerose fiumare che scendono dai rilievi montuosi. Le sue ampie spiagge sono state insignite più volte delle prestigiose bandiere blu di Legambiente, a conferma dell'assoluta purezza delle acque, tra le più pulite e limpide della Calabria.

La Riviera comprende ben 42 borghi che conservano la bellezza di luoghi ancora intatti, intrisi di storia, leggenda e tradizioni.
Le prime località turistiche a sud del torrente Allaro sono Caulonia Marina, Roccella Ionica e Marina di Gioiosa Ionica. A seguire verso sud si trova la piccola piana di Grotteria che immette nel cuore geografico della Riviera dei Gelsomini con le città di Siderno e Locri, antica colonia fondata nel VII secolo a.C. e le piccole località di Sant'Ilario allo Ionio, Ardore Marina e Bovalino.
A sud della fiumara Bonamico, la più importante dell'Aspromonte, si diparte l'ultimo tratto meridionale della Costa dei Gelsomini, che termina a Capo Spartivento. Questo tratto comprende località balneari come Africo, Bianco, Brancaleone Marina e Capo Ferruzzano con le sue caratteristiche scogliere che rompono la monotonia del paesaggio.

La Riviera dei Gelsomini è stata abitata dall'uomo sin dall'antichità e contiene testimonianze importanti del passato nel Parco Archeologico di Locri Epizefiri o negli scavi dell'antica Kaulonia, così come nei borghi medievali di Gerace dalle cento chiese, e Stilo con la celeberrima chiesetta della Cattolica.
Il Parco archeologico di Locri Epizefiri sorge ai confini dell'area sacra di Marasà ed è una sorta di museo all’aperto che comprende, tra le altre testimonianze, il teatro risalente al IV secolo a.C e il santuario di Zeus.

mappa-header.png
MAPPA
CHE ESPERIENZA CERCHI?





 
meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.