PARGHELIA

Posto tra i comuni di Tropea e Zambrone, Parghelia si trova a circa 70 metri d'altitudine sul livello del mare, lungo la Costa degli Dei. Il clima e la bellezza delle coste, che si estendono per ben 8 km, hanno consentito lo sviluppo turistico degli ultimi anni. Oggi Parghelia è un moderno centro turistico, dotato di numerose strutture ricettive e meta frequentatissima durante l'estate. La sua costa è caratterizzata da spiagge dorate che si alternano a piccole baie fino alla scogliera della Pizzuta, dove sorge il caratteristico e maestoso scoglio del Palombaro. Parghelia, il cui nome significa riva di mare, rappresenta per la sua ideale posizione, una tappa obbligata per i turisti, assieme ai vicini centri di Tropea e Capo Vaticano. Paralj'a, dal greco spiaggia, litorale, è l'antico nome del borgo marino. Fin da tempi remoti l'attività economica di maggior rilievo a Parghelia fu la pesca del tonno. In una supplica datata 1577 e indirizzata al vicerè, "gli homini del casale di Parghelia", infatti, si autodefiniscono "tonnari che si affittano tutte le tonnare del regno". Attraverso il mare arrivavano anche idee di libertà e giustizia. Per tutto il XVII secolo si registrarono le scorrerie dei pirati saraceni che saccheggiarono gli abitati dell'intera costa. Nella chiesa di Santa Maria di Porto salvo, un dipiunto posto al centro del soffitto ricorda tali avvenimenti. Il XIX secolo segnò la fine del sistema politico-amministrativo del territorio demaniale di Tropea e dei suoi casali. Nel 1806 Parghelia divenne comune autonomo. Con il riordino amministrativo voluto dai francesi (19 gennaio 1807) il paese fu sede di governo. Successivamente, con legge del 4 maggio 1811 fu retrocesso a frazione di Tropea. Riacquistò l'autonomia il 1 maggio 1816.




 


Indirizzo Piazza Municipio
  89861 Parghelia (VV)
Telefono 0963 600338
Fax 0963 601941
Sito web www.comune.parghelia.vv.it
 

 

Parghelia rappresenta, per la sua ideale posizione, una tappa obbligata per i turisti, assieme ai vicini centri di Tropea e Capo Vaticano. Oggi, è un moderno centro turistico dotato di numerose strutture ricettive e meta frequentatissima durante l'estate, ma le sue origini sono molto antiche, riferibili alla dominazione saracena delle coste calabresi. Tra le spiagge meritano di essere ricordate la Spiaggia di Michelino, alla quale si può accedere solo a piedi, da una lunga scalinata che parte dal promontorio sovrastante "u pettu"; la Spiaggia di Vardaneo, accessibile solo via mare o oltrepassando a piedi la scogliera; la Spiaggia di Vardano, piccola spiaggia di sabbia bianchissima con servizio bar e noleggio ombrelloni e sdraio; la spiaggia La Grazia dove è possibile affittare ombrelloni, sdraio, pedalò, canoe e moto d'acqua.

Oltre al caratteristico centro storico, dal quale si può godere di un panorama sul mare e sull'Isola di Stromboli, a Parghelia è possibile visitare Santa Maria di Porto Salvo, eretta nel 1745. Il santuario costituisce uno dei più antichi esempi di architettura neoclassica. Il culto della Madonna di Portosalvo è legato alla tradizione marinara: gli abitanti di Parghelia affidavano alla protezione della Vergine la propria sicurezza sui mari, come ancora oggi testimoniano i numerosi ex voto presenti nella Sacrestia. Il dipinto raffigurante la Vergine di Portosalvo è stato nei secoli oggetto di particolare venerazione da parte di tutti i pargheliesi. Degna di menzione e la chiesa di Sant'Andrea Apostolo, eretta all'epoca della ricostruzione del paese successiva al terremoto del 1905, che conserva al suo interno il settecentesco busto in legno policromo di Sant'Andrea, patrono di Parghelia. La festa del Santo si celebra il 30 novembre. Durante la vigilia, vengono lanciate dal campanile le castagne, testimonianza delle elargizioni che la Chiesa in antico faceva durante i periodi di carestia. Una visita merita Palazzo Meligrana, che si eleva su tre livelli proprio nel cuore del centro abitato. Sulla facciata principale si aprono finestre con cornici a bassorilievo. L'ingresso è preceduto da un loggiato con quattro colonne che reggono il terrazzino soprastante. L'interno conserva parte degli arredi originari.



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 


LASCIATI GUIDARE