BORGIA

Secondo la leggenda Borgia fu fondata dall'eroe ateniese Menesteo di ritorno dalla guerra di Troia, o addirittura da Ulisse naufrago su quei lidi. Molto più probabilmente, la città fu fondata come subcolonia di Kroton per controllare l'istmo sui due mari. Nata come presidio militare ai danni della vicina Locri, fu centro di traffico commerciale sulla via dell'istmo attraverso i fiumi Amato e Corace. Passata nel IV secolo a.C. sotto il dominio dei Britti, la città alla fine del III secolo a.C. decadde. Nel 123-122 a.C., il senato di Roma, per opera di Caio Gracco, decise di fondare la Colonia di Minervia Scolacium. Il territorio della colonia non si limitava alla piana della Roccelletta, ma doveva estendersi alle zone pianeggianti lungo il Corace verso le attuali Borgia, Catanzaro Lido e Copanello. Passata sotto Spartaco nel 72 a.C., dopo una ripresa monumentale in età Giulio-Claudia, nel 96-98 d.C. fu fondata una nuova colonia ad opera dell'imperatore Nerva col nome di Colonia Minerva Nervia Augusta Scolacium e la città si ampliò con la costruzione dell'anfiteatro, la nuova scena del teatro e la costruzione delle terme.




 


Indirizzo C.so Mazzini 82
  88021 Borgia (CZ)
Telefono 0961/951357
Fax 0961/956209
Sito web

http://www.comune.borgia.cz.it/

 

 

Di notevole impatto sono i resti del teatro e dell'anfiteatro della colonia romana di Scolacium, immerso in una folta e suggestiva vegetazione di ulivi secolari. Gli scavi all'interno del Parco Archeologico hanno riportato alla luce i resti di costruzioni di epoca romana quali il teatro, l'anfiteatro, le terme, le strade lastricate, l'acquedotto, mentre dell'antica Skylletion greca, non sono ancora emerse strutture murarie, a causa della sovrapposizione della città romana; molteplici sono, comunque, i rinvenimenti ceramici del IV, V e VI secolo a.C..

Situata tra i boschi e il mare, in un luogo dove si percepisce ancora lo splendore della Magna Grecia, a Borgia si possono ammirare i resti della imponente basilica di Santa Maria della Roccella, posizionati all'ingresso del Parco Archeologico di Scolacium. Dall'analisi di quanto resta dell'edificio, edificato dai Normanni tra la fine dell'XI e la prima metà del XII secolo, emerge una commistione tra le forme del romanico occidentale e la cultura bizantina che permea tutta la zona di un’atmosfera sospesa nel tempo e nello spazio. Il patrimonio culturale di Borgia è testimoniato anche dalla presenza di tracce di altri popoli ed altre epoche nei monasteri, nelle chiese del '700, nei ruderi del terremoto, nei mulini e nei casali che testimoniano il lavoro umano dei secoli passati. Gli stessi popoli, le stesse epoche, vivono ancora oggi nei costumi indossati dalle donne, nelle feste e nei riti religiosi, nei miti, nei cibi e nel linguaggio. La cittadina attuale, che sta conoscendo una fase di rapida espansione, è attraversata da due principali corsi, Mazzini e Matteotti, e da strade parallele e regolari. Interamente ricostruito dopo il drammatico terremoto del 1783, Borgia è oggi un centro ricco di palazzi nobiliari, monumenti, chiese e sculture antiche. I luoghi di principale interesse sono Villa Pertini, Piazza del popolo e Piazza Ortona, nella quale si può ammirare il duomo del 1852 dedicato a San Giovanni Battista (patrono della città) e il monumento dedicato ai caduti di guerra. Nel comune di Borgia sono presenti quattro chiese nel centro abitato: la Chiesa Matrice (o Duomo), la Chiesa di Maria SS. Immacolata, la Chiesa del SS. Rosario e la Chiesa di San Leonardo. Nel suo territorio sono inoltre presenti quattro cappelle, di cui solo una è ancora consacrata: la Cappella di Santa Maria della Roccella in Loc. Roccelletta. Le restanti sono: la Cappella di San Francesco di Paola in Loc. Varrea, la Cappella della Madonna di Pompei in Loc. Fiego e la Cappella di San Fantino annessa alla Laura Basiliana in Loc. San Fantino. I sette mulini del Comune di Borgia sono dislocati lungo le rive del Torrente Fiumarella, che oggi costeggia la S.S. 384 per Borgia. La zona marina si estende per circa 6 km., con spiagge di sabbia bianca, meta ambita dal turismo balneare nella stagione estiva.



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 


LASCIATI GUIDARE